Quick Menu di navigazione :

  1. Vai al contenuto
  2. Vai alla sezione del menu principale
  3. Vai al motore di ricerca
  4. Vai al menu di aiuto
  5. Vai alla banner
  6. Vai alla lista di scorciatoie

Informativa: Questo sito può utilizzare cookie di profilazione di terze parti per inviarti messaggi pubblicitari mirati e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookieclicca qui . Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie.Ok

Aiuto :

  1. Sanofi nel mondo |
     
  2. Siti italiani |
     
  3. Azionisti |
  4. Contatti |
  5. Mappa del sito |
  6. Guida
  1. Dimensione Caratteri 

    Ridurre Aumentare  
 
 

News

Menu sottosezioni :

Contatto :

Il talento declinato al femminile: premiata Daniela Lecchi

Daniela Lecchi, Country Italy & Malta Regulatory Head di Sanofi, è una delle 18 manager italiane ad aver ottenuto il “Premio Merito e Talento 2018” di ALDAI-Federmanager per il positivo esempio di leadership femminile.

 

Il talento e il merito? Io li ho visti valorizzati con la carriera, con le persone che hanno creduto e investito su di me, consentendomi di farmi crescere”. Così Daniela Lecchi, Country  Italy&Malta Regulatory Head Sanofi, una delle 18 manager italiane ad aver ottenuto il “Premio Merito e Talento 2018” per il positivo esempio di leadership al femminile. Un’iniziativa di  ALDAI-Federmanager, che ha attribuito il riconoscimento durante una cerimonia che si è svolta ieri a Palazzo Marino, a Milano.
 

Il management al femminile, come ha sottolineato Paola Poli – Coordinatrice Gruppo Minerva ALDAI –, non è mai cresciuto così tanto come negli ultimi 15 anni. “La maggior parte delle donne che sono dirigenti nel management ha un’anzianità molto bassa rispetto ai colleghi uomini – ha dichiarato Poli – ed è portatrice di uno stile di leadership più partecipativo e attento al bene comune”. Un fenomeno trasversale a tutti i tipi di business. L’ultimo scoglio da superare è rappresentato da quel 25% di donne che lascia il lavoro al primo figlio e arriva fino al 40 % con il secondo e il terzo figlio. Un aspetto su cui in Italia è ancora necessario lavorare.
 

Ma cosa si può fare per avere più donne ai vertici, in base anche ai loro talenti e al merito che esprimono? Daniela nel panel “Donne Manager: CDA  e vertici aziendali” si è rifatta ai valori di Empowering Life. Innanzitutto, il rispetto. Un valore che dovrebbe essere perseguito sia nell’ambito di un’attività di leadership che con i colleghi di pari livello. “Per me il rispetto , uno dei valori più forti, si connota anche per la capacità di accettare le nuove idee degli altri, ma soprattutto i loro errori. Perché sono convinta che anche da questi  si possa imparare e crescere”. Le altre parole chiave sono state il coraggio e la collaborazione. “Il coraggio di portare avanti le proprie idee, di esporsi di rischiare. Mentre per quanto riguarda la collaborazione, dobbiamo ricordarci che non siamo delle isole, ma è necessario collaborare e mediare tra colleghi. Per me il collega è valido o non è valido, è aperto o non è aperto. La mentalità non ha genere”.

Data aggiornamento: 16 Marzo 2018