Quick Menu di navigazione :

  1. Vai al contenuto
  2. Vai alla sezione del menu principale
  3. Vai al motore di ricerca
  4. Vai al menu di aiuto
  5. Vai alla banner
  6. Vai alla lista di scorciatoie

Informativa: Questo sito può utilizzare cookie di profilazione di terze parti per inviarti messaggi pubblicitari mirati e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookieclicca qui . Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie.Ok

Aiuto :

  1. Sanofi nel mondo |
     
  2. Siti italiani |
     
  3. Azionisti |
  4. Contatti |
  5. Mappa del sito |
  6. Guida
  1. Dimensione Caratteri 

    Ridurre Aumentare  
 
 

Per i Pazienti

Contatto :

#MaketoCare e #TechCare: Sanofi Genzyme e l’innovazione oltre la disabilità

#MakeToCare è un contest lanciato per trovare soluzioni hi-tech in grado di aiutare chi vive con disabilità. #TechCare è il primo bootcamp per generare innovazione in risposta ai bisogni concreti di chi vive con questa malattia. Esempi virtuosi di come tecnologia e innovazione possono supportare disabilità e malattia.

 

 

#MakeToCare
Trovare idee concrete per migliorare la vita quotidiana e la salute delle persone che vivono ogni giorno la disabilità, intesa come diminuzione marcata della qualità di vita a causa di patologie o eventi traumatici. Questo l’obiettivo del contest lanciato da Sanofi Genzyme con il supporto di Maker Faire e ASTER (Società della Regione Emilia-Romagna per la ricerca e l’innovazione).

Come? Grazie al contributo di makers, appassionati e innovatori in grado di cogliere un bisogno concreto legato alla quotidianità dei pazienti, dei loro familiari o di chi li assiste, mettendo in gioco la propria creatività e proponendo soluzioni in grado di rispondere alle difficoltà di tutti i giorni.

Il comitato di valutazione del contest MakeToCare, presieduto da Giuseppe Novelli, Rettore dell’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”, ha selezionato 13 finalisti fra gli oltre 100 makers che hanno risposto alla “chiamata” di Maker Faire Rome proponendo soluzioni in area healthcare & wellness. Click4All e dbGLOVE si sono aggiudicati il primo posto.

Click4All è un kit fai da te consente alle persone con disabilità di accedere a tablet e smartphone grazie a oggetti semplici e quotidiani come un frutto o un pezzo di stoffa, che diventano mouse o tastiera. dbGLOVE è un guanto consente ai ciechi e ai sordo-ciechi di usare tutte le funzioni di un normale cellulare, come mandare un messaggio.
Grazie all’accordo tra Sanofi Genzyme e ASTER, i due makers vincono un viaggio in Silicon Valley per incontrare i guru dell’innovazione.

 

 

#TechCare
TechCare: dalla cura al prendersi cura” è il primo bootcamp in Italia sulla sclerosi multipla, promosso da Sanofi Genzyme insieme a Talent Garden e AISM. Cinque team di lavoro formati da persone con sclerosi multipla, medici, infermieri, caregiver e startupper, si sono confrontati per produrre cinque idee innovative che rispondessero ai bisogni di chi vive con sclerosi multipla.
 
Tra app di geolocalizzazione, wereable hi-tech e piattaforme di sharing, le idee del primo bootcamp raccontano una tecnologia tascabile, da indossare, che permette maggiore accessibilità e inclusività.
Perché non ci sono solo diagnosi e terapia per le persone con sclerosi multipla, ma anche ascolto e soluzioni per migliorare le condizioni di vita quotidiana, anche grazie alle tecnologie. TechCare è promosso da Sanofi Genzyme insieme a Talent Garden, piattaforma fisica per i talenti del digitale, e insieme ad AISM (Associazione Italiana Sclerosi Multipla).
 
È Alfred il progetto vincitore: un bastone-deambulatore tecnologico che dialoga con lo smartphone di chi è affetto da sclerosi multipla, legge la temperatura climatica, ricorda i farmaci da prendere e può effettuare chiamate di emergenza. E ancora, sta in piedi da solo, è solido e sicuro, caratteristica più importante per le persone con sclerosi multipla ed è discreto.