Quick Menu di navigazione :

  1. Vai al contenuto
  2. Vai alla sezione del menu principale
  3. Vai al motore di ricerca
  4. Vai al menu di aiuto
  5. Vai alla banner
  6. Vai alla lista di scorciatoie

Informativa: Questo sito può utilizzare cookie di profilazione di terze parti per inviarti messaggi pubblicitari mirati e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookieclicca qui . Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie.Ok

Aiuto :

  1. Sanofi nel mondo |
     
  2. Siti italiani |
     
  3. Azionisti |
  4. Contatti |
  5. Mappa del sito |
  6. Guida
  1. Dimensione Caratteri 

    Ridurre Aumentare  
 
 

News

Contatto :

Settimana del colesterolo 2016

Si svolge dal 19 al 24 settembre 2016, in 15 regioni italiane, la terza settimana del colesterolo, promossa da SISA, Società Italiana per lo Studio dell’Aterosclerosi. Consulti gratis in 30 centri per ricevere informazioni sui problemi di ipercolesterolemia familiare e sulla necessità di tenere sotto controllo i valori sin da giovani.

 


L’iniziativa nasce con l’obiettivo di sensibilizzare sul ruolo della componente genetica nell’ipercolesterolemia, che, in Italia interessa circa 1 persona su 300.

Da qualche anno l’Associazione dei pazienti affetti da Ipercolesterolemia familiare (GIP-FH) dà voce alle persone affette da questa patologia, per aumentare la conoscenza e la consapevolezza su una condizione genetica comune che, se non diagnosticata precocemente e trattata in modo appropriato, può portare a gravi conseguenze sulla salute cardiovascolare fin da giovani.

In Italia i numeri del colesterolo sono però molto più grandi: si stima infatti che siano 12 milioni i cittadini con colesterolo elevato (1 ogni 5). Tra questi, i soggetti affetti da ipercolesterolemia su base genetica sono circa 300.000, a cui si aggiungono 1.2 milioni di italiani interessati anche dalla forma poligenica comune, che comprende la componente familiare ma anche quella legata allo stile di vita.

Un livello elevato di colesterolo LDL (cosiddetto “cattivo”), è un fattore di rischio silente che non va trascurato. Con il passare degli anni può comportare la formazione di placche che ostruiscono le arterie e aumentano il rischio cardiovascolare.

Data aggiornamento: 8 Settembre 2016