Quick Menu di navigazione :

  1. Vai al contenuto
  2. Vai alla sezione del menu principale
  3. Vai al motore di ricerca
  4. Vai al menu di aiuto
  5. Vai alla banner
  6. Vai alla lista di scorciatoie

Informativa: Questo sito può utilizzare cookie di profilazione di terze parti per inviarti messaggi pubblicitari mirati e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookieclicca qui . Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie.Ok

Aiuto :

  1. Sanofi nel mondo |
     
  2. Siti italiani |
     
  3. Azionisti |
  4. Contatti |
  5. Mappa del sito |
  6. Guida
  1. Dimensione Caratteri 

    Ridurre Aumentare  
 
 

News

Menu sottosezioni :

Contatto :

Farmaceutico, un settore che fa bene al Paese

Partendo dalla presentazione dei risultati dello studio “Il contribuito di Sanofi Italia al Paese”, lo scorso 20 gennaio presso l’Ambasciata di Francia a Roma, Sanofi e Farmindustria hanno aperto un dibattito con le Istituzioni sul valore del settore farmaceutico in Italia e sulla sua futura governance.

 

Con 29 miliardi di euro l’industria farmaceutica italiana genera il 15,5% della produzione manifatturiera europea, posizionandosi al secondo posto dopo la Germania. A questo si aggiungono le stime sull’occupazione, che si aggira sui 63.000 addetti impiegati direttamente.

A questi risultati, Sanofi Italia contribuisce con le proprie attività che hanno un impatto di rilievo sul settore farmaceutico e, più in generale, sull’economia e la società italiana, come evidenziato nello studio “Il contribuito di Sanofi Italia al Paese”, realizzato in collaborazione con KPMG.

Partendo dalle cifre del settore e dallo studio, Sanofi e Farmindustria hanno stimolato il dibattito con le Istituzioni sul peso significativo dell’industria farmaceutica nell’economia italiana, sul suo valore per il Paese in termini di occupazione, export e stimolo dei consumi, e sul ruolo che può svolgere quale volano per la ripresa del Paese.
Uno spazio nella discussione hanno avuto anche alcuni limiti che possono frenare l’ulteriore espansione del settore e le opportunità ancora da cogliere.

Per maggiori informazioni sullo studio “Il contribuito di Sanofi Italia al Paese”, vai alla pagina dedicata

Data aggiornamento: 21 Gennaio 2016