Quick Menu di navigazione :

  1. Vai al contenuto
  2. Vai alla sezione del menu principale
  3. Vai al motore di ricerca
  4. Vai al menu di aiuto
  5. Vai alla banner
  6. Vai alla lista di scorciatoie

Informativa: Questo sito può utilizzare cookie di profilazione di terze parti per inviarti messaggi pubblicitari mirati e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookieclicca qui . Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie.Ok

Aiuto :

  1. Sanofi nel mondo |
     
  2. Siti italiani |
     
  3. Azionisti |
  4. Contatti |
  5. Mappa del sito |
  6. Guida
  1. Dimensione Caratteri 

    Ridurre Aumentare  
 
 

News

Contatti

Se sei un giornalista, accedi all'area media

Contatto :

D-Factor, la formula della leadership al femminile secondo noi

Da L’Aquila a Origgio, nel milanese, fino alla provincia padovana: il viaggio alla scoperta della formula vincente della leadership al femminile incontra tre manager che operano in luoghi dove si produce e si esporta in ogni angolo del mondo.

 


Eccolo allora il miglior modo per raccontare il quarto appuntamento di #MeetSanofi dedicato alla leadership al femminile
(naviga lo storify, guarda il video di sintesi e il video integrale).

Il viaggio parte da L’Aquila con la top-manager che dirige lo stabilimento Sanofi di Scoppito sin dal 2010 – in piena gestione del drammatico post-terremoto - ed è orgogliosa delle sue persone. “Abbiamo il 50% di presenza femminile, ben distribuita nelle varie posizioni”, afferma Annaletizia Baccante, 45enne e mamma di tre figli, una laurea in ingegneria all’Università dell’Aquila e un master in Quality Management a Pisa.

Da L’Aquila alla provincia milanese: Simonetta Rolando, 39enne di Milano, è responsabile della qualità a Origgio, stabilimento produttivo di Sanofi che dà lavoro a quasi duecento persone. “Assicuro la qualità dei processi e dei prodotti, l’attenzione  alle normative e alle policy”, racconta Simonetta, mamma di due bambini e dal 2001 in Sanofi. Da alcuni mesi è mentee per il progetto Valore D, associata ad una top manager di City Bank: “Anche a distanza viviamo uno scambio costante in un percorso di crescita”.

Da Origgio destinazione Veneto: innamorata del suo lavoro e da sempre in equilibrio tra vita professionale e personale: Rossella Pellizzari, quarantenne mamma di due bambini, nata a Vicenza e oggi residente a Padova, dirige lo stabilimento Merial di Noventa Padovana. In questa struttura un centinaio di persone lavorano ai vaccini aviari.

Annaletizia, Simonetta, Rossella e le tante altre lavoratrici Sanofi. La loro formula vincente per la leadership al femminile si lega in maniera indissolubile anche alla vita personale, all’essere mamme, oltre che manager, all’attenzione al conseguimento degli obiettivi, alzando l’asticella ogni giorno di più. Per Annaletizia non c’è una specifica formula di leadership al femminile: “Esistono aziende sane che danno le stesse opportunità di carriera a uomini e donne perché adottano strumenti che misurano le performance in modo trasparente, è questa la migliore formula di leadership”.

Per Simonetta, invece, è necessaria una sinergia costante tra vita professionale e personale. “I valori di mamma li porti in fondo sul  lavoro: la maternità ti consente di misurarti con una palestra valoriale costante”. 
 
La formula vincente della leadership al femminile per Rossella Pellizzari passa per una focalizzazione degli obiettivi e per una vision chiara a medio-lungo termine. “Dobbiamo imparare a guardare fuori dagli schemi, andare oltre, cercare di gettare il cuore oltre l’ostacolo”, precisa Rossella.

Data aggiornamento: 4 Novembre 2015