Quick Menu di navigazione :

  1. Vai al contenuto
  2. Vai alla sezione del menu principale
  3. Vai al motore di ricerca
  4. Vai al menu di aiuto
  5. Vai alla banner
  6. Vai alla lista di scorciatoie

Informativa: Questo sito può utilizzare cookie di profilazione di terze parti per inviarti messaggi pubblicitari mirati e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookieclicca qui . Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie.Ok

Aiuto :

  1. Sanofi nel mondo |
     
  2. Siti italiani |
     
  3. Azionisti |
  4. Contatti |
  5. Mappa del sito |
  6. Guida
  1. Dimensione Caratteri 

    Ridurre Aumentare  
 
 

Le Nostre Soluzioni

Contatti

Sanofi SpA

Viale Bodio 37/b
20158 Milano
Tel: 02.3939.1
Fax: 02.3939.4200

Contatto :

Oncologia

Sanofi Genzyme, la divisione specialty care di Sanofi impegnata nella ricerca e sviluppo di terapie per patologie disabilitanti spesso difficili da diagnosticare e trattare, ha una consolidata competenza in oncologia, dove mette a disposizione trattamenti chemioterapici contro diverse tipologie di tumore.

 

L’impegno di Sanofi Genzyme in quest’area è focalizzato sullo sviluppo di cure sempre più personalizzate per contribuire a migliorare la qualità di vita dei pazienti oncologici. Grazie all’esperienza maturata nell’ambito dei trattamenti chemioterapici, oggi svolge un ruolo fondamentale nella ricerca e produzione di farmaci contro diverse tipologie di tumore, quali:

  • carcinoma della prostata avanzato
  • carcinoma colorettale avanzato
  • carcinoma della mammella in fase precoce e avanzata
  • carcinoma polmonare non a piccole cellule in stadio avanzato
  • carcinoma dello stomaco (gastrico) avanzato
  • carcinoma della testa e del collo avanzato
  • carcinoma midollare della tiroide (www.cancrodellatiroide.it)

Sanofi Genzyme ha sviluppato anche una versione ricombinante del TSH umano (l’ormone che stimola la tiroide), utilizzata come terapia di supporto nella diagnosi, nel trattamento e nel monitoraggio di pazienti con cancro della tiroide ben differenziato.
 
In questo ambito, ha anche acquisito da un’altra azienda, nel 2015, una terapia indicata per il trattamento del carcinoma midollare della tiroide, sintomatico o progressivo, in pazienti con malattia localmente avanzata o metastatica e non operabile. Si tratta di uno dei tumori tiroidei meno diffusi (5-10% dei casi di tumore alla tiroide) e si stima che in Italia colpisca circa 200 persone ogni anno, soprattutto giovani.
 
Molto attiva è la ricerca del Gruppo Sanofi in ambito oncologico, dove sono in sviluppo molecole immuno-oncologiche che potranno essere impiegate nell’immunoterapia dei tumori: anticorpi monoclonali o anticorpi a doppio target, innovativi, che agiscono con diversi meccanismi e su differenti obiettivi, sia all’interno del tumore, sia sulla risposta immunitaria dell’organismo.
 
Ne è un esempio l’anticorpo monoclonale contro il tumore cutaneo avanzato a cellule squamose, seconda neoplasia della pelle per mortalità dopo il melanoma. La molecola, attualmente in fase 1 e 2 di sperimentazione, ha ricevuto a settembre 2017 la designazione di breakthough therapy dalla Food and Drug Admninistration statunitense, riservato ai farmaci per patologie molto gravi e che abbiano dimostrato dati solidi in termini di efficacia e sicurezza.
 

Trapianti e onco-ematologia

Sanofi Genzyme è presente nelle aree dei trapianti, con una soluzione per il trattamento delle problematiche post-trapianto - rigetto e Graft versus Host Disease (GvHD) - ovvero la reazione immunitaria delle cellule staminali trapiantate verso l’organismo del ricevente.

In onco-ematologia, le soluzioni terapeutiche che mette a disposizione si concentrano su tumori del sangue quali le leucemie acute e croniche, e sul trapianto autologo di cellule staminali ematopoietiche a seguito di linfomi o mieloma multiplo. In questo ambito, in particolare, Sanofi Genzyme mette a disposizione un farmaco che aumenta le possibilità, per i pazienti definiti "scarsi mobilizzatori", di mobilizzare il numero sufficiente di cellule staminali e di accedere al trapianto. Sanofi Genzyme è attiva nella ricerca in ematologia con un anticorpo monoclonale sperimentale anti-CD38 per il trattamento di pazienti con mieloma multiplo recidivato e refrattario.

Data aggiornamento: 17 Ottobre 2017