Ricerca clinica

Il nostro impegno per il progresso dei trattamenti

Nella prospettiva di rispondere con concretezza, affidabilità e attenzione ai bisogni dei pazienti, Sanofi si sta trasformando da azienda farmaceutica a biofarmaceutica.

La pipeline è composta per la maggior parte da prodotti biologici innovativi. La strategia del Gruppo è mirata a selezionare progetti con elevato potenziale terapeutico e scientifico.

Nel quartier generale di Sanofi a Milano è presente un’unità di Ricerca Clinica (CSU – Clinical Study Unit) che partecipa ai principali trial clinici internazionali ed è in prima linea nei maggiori studi registrativi. L’unità, che coordina le attività dell’intera area Adriatica, è impegnata nello sviluppo di farmaci fin dalla Fase I per quanto riguarda l’oncologia e dalla Fase II anche nelle altre aree terapeutiche. Tra queste ci sono la medicina interna, il diabete, le malattie rare, la cardiologia, l’immunologia e la neurologia.
11,6
MLN € Investiti in ricerca clinica
73
Addetti alla gestione di sperimentazioni cliniche
30
molecole in studio in Italia
3.932
pazienti in trattamento
81
studi clinici effettuati
723
centri coinvolti

Etica nella conduzione degli studi clinici

Nell’ambito degli studi clinici effettuati, essenziali per garantire sicurezza ed efficacia di una nuova soluzione terapeutica, Sanofi si impegna proattivamente nell’adozione di codici di autoregolamentazione – propri o di settore – nel rispetto dei più alti standard internazionali, della legislazione locale e dei principi etici fondamentali, nella totale trasparenza rispetto ai protocolli di studio e ai risultati ottenuti. 
 
Nello specifico sono regolamentati gli aspetti di:
 
  • Divulgazione dei dati, riconoscendone il diritto di consultazione a pazienti, medici, Istituzioni e Associazioni di Pazienti. Aderisce inoltre ai Principle for Responsible Sharing of Clinical Trial Data promossi da EFPIA (European Federation of Pharmaceutical Industries and Associations) e da PhRMA (Pharmaceutical Research and Manufacturers of America) per ribadire l’impegno dell’intero settore farmaceutico alla condivisione dei risultati degli studi;
  • Sicurezza dei pazienti partecipanti ai trial clinici, condotti secondo i principi di Good Clinical Practice e supervisionati da un Comitato Etico coordinatore indipendente e da Comitati Etici indipendenti di centri satelliti, che hanno il compito di verificare il protocollo di studio e di garantire la salute e la sicurezza dei partecipanti attraverso un continuo monitoraggio;
  • Tutela dei dati personali, riconoscendo il diritto alla privacy come fondamentale e confermando il proprio impegno alla protezione dei dati personali sia dei propri dipendenti sia delle terze parti coinvolte, tra cui pazienti, professionisti sanitari, ricercatori, fornitori. 
Fonte: Corporate Shared Value Report 2016