Sclerosi Multipla

Sanofi Genzyme, la divisione specialty care di Sanofi impegnata nella ricerca e sviluppo di terapie per patologie disabilitanti spesso difficili da diagnosticare e trattare, ha un’area di eccellenza in neurologia dove ha sviluppato due farmaci per il trattamento della sclerosi multipla recidivante remittente (SMRR).

La sclerosi multipla recidivante remittente (SMRR) è forma più comune di sclerosi multipla: colpisce circa l’85% delle persone che convivono con la malattia, che si stima siano in tutto circa 2,5-3 milioni nel mondo (Fonte AISM). 

I due trattamenti sviluppati da Sanofi Genzyme hanno caratteristiche fortemente distintive nello scenario terapeutico della SMRR. Il primo, farmaco orale di prima linea, offre una alternativa ai farmaci utilizzati per via iniettiva su base settimanale o mensile. Il secondo ha segnato una svolta nella cronicità del trattamento prevedendo un ciclo di infusioni di cinque giorni seguito da un secondo ciclo di tre giorni a distanza di un anno. Per una buona parte dei pazienti questi due cicli di infusione sono sufficienti per controllare la malattia senza la necessità di ulteriori trattamenti fino a sei anni dopo l’inizio della terapia. 

Con entrambi questi farmaci si risponde a importanti necessità espresse dalle persone con malattia, migliorandone la qualità di vita  e alleviando il carico della somministrazione. 

Tech Care: generare innovazione per trovare soluzioni di salute

Nell’ambito delle iniziative rivolte ai bisogni delle persone con sclerosi multipla, Sanofi Genzyme nel 2016 ha lanciato Tech Care, il primo bootcamp italiano sulla sclerosi multipla, che ha visto coinvolte persone con sclerosi multipla, medici, infermieri, caregiver e startupper, per produrre idee innovative e tecnologiche che rispondessero ai bisogni di chi vive con questa patologia. 

Nel 2017 si è tenuto il secondo appuntamento, questa volta a Cagliari, in Sardegna, la regione italiana dove l’incidenza della malattia è doppia rispetto alla media nazionale. Da bootcamp, Tech Care si è trasformato in hackathon: una maratona di idee della durata di due giorni promossa da AISM Cagliari e sviluppata da Open Campus - lo spazio di collaborazione di Tiscali - in collaborazione con Sanofi Genzyme. Con il coinvolgimento di innovatori, medici e persone con sclerosi multipla, sono stati co-create 7 soluzioni innovative per migliorare la vita quotidiana con la sclerosi multipla.