Giornata Mondiale del Cuore 2021

Il cuore degli italiani è sempre più a rischio: le malattie cardiovascolari restano ancora la prima causa di morte in Italia, causando il 34,8% di tutti i decessi (31,7% negli uomini e 37,7% nelle donne), nonostante ciò, prevenzione, accesso alle cure e aderenza al trattamento rimangono disattesi e l’impatto del Covid-19 ha ulteriormente peggiorato lo stato dell’arte. La sfida del futuro è trovare nuove forme di connessione medico-paziente.  

Giornata Cuore 2021

 
In occasione della Giornata Mondiale del Cuore 2021, la Fondazione Italiana per il Cuore lancia una campagna sostenuta anche da Sanofi per ribadire l’importanza di sensibilizzare il cittadino e il paziente a prendere a cuore la propria salute cardiovascolare e a contribuirvi in modo attivo. Da qui il senso della campagna “Usa il Cuore per restare connesso con il tuo Cuore”, un invito a fare scelte di vita salutari, a tenere monitorati i propri valori e a mantenere costante la relazione con il proprio medico. 

Da questi concetti nasce anche l’indagine realizzata da Sanofi con IQVIA, in collaborazione con la Fondazione Italiana per il Cuore, una nuova ricerca basata sui dati di Real World (RWD)[1] per analizzare le criticità emerse e una survey condotta su un panel di cardiologi, internisti, diabetologi e medici di medicina generale[2]. Dopo aver registrato il senso di isolamento e le paure di pazienti e caregiver durante il primo lockdown (“Il cuore batte nel web”: studio sulle discussioni di pazienti e caregiver sul web durante i mesi del lockdown), Sanofi rinnova il proprio impegno nell’ascolto delle esigenze in ambito cardiovascolare proseguendo quest’anno con un’analisi puntuale dell’impatto del Covid-19 su nuove diagnosi, gestione e terapie con l’obiettivo di identificare le strategie ottimali per garantire prevenzione, accesso e continuità di cura. 

Leggi qui il comunicato stampa e i risultati della ricerca sulle criticità emerse a seguito dell’impatto del Covid nelle malattie cardiovascolari

Sulla base delle interviste realizzate, il 63% dei medici si augura possano definirsi in futuro modalità di contatto da remoto più strutturate, prefigurando un nuovo modello integrato di presa in carico del paziente che preveda la possibilità di mantenere il contatto con il paziente anche a distanza (per esempio per le visite di controllo, la verifica degli esami o il rinnovo dei piani terapeutici), favorendo così una maggiore continuità di cura e alleanza terapeutica.

Ambulatori e ospedali nelle varie regioni d’Italia si stanno attrezzando per sviluppare ambulatori digitali e piattaforme di telemedicina per garantire visite e consulti multispecialistici e garantire una presa in carico del paziente integrata e personalizzata.
 
Per sostenere il sistema e garantire l’accesso e la continuità di cura, i diversi specialisti, fra gli altri in particolare  i cardiologi ospedalieri, ritengono necessario investire in personale (medici e infermieri), coinvolgere i medici di famiglia e gli specialisti territoriali nella gestione dei pazienti con patologie cardiovascolari, sviluppare strumenti per seguire i pazienti a distanza.

Forte, infine, l’attesa per una partnership e collaborazione con l’industria farmaceutica, che durante la pandemia ha avuto un ruolo chiave al fianco di ospedali, medici e pazienti, favorendo - attraverso servizi e iniziative - l’accesso e la continuità delle cure (per esempio sviluppando servizi dedicati al paziente, servizi di assistenza domiciliare, servizi a domicilio per la distribuzione dei farmaci). Le attese si indirizzano principalmente verso progetti per ottimizzare il percorso del paziente (81%) e la gestione integrata ospedale-territorio (79%), progetti di telemedicina per la gestione del paziente a distanza (70%). 

In questa prospettiva, Sanofi rinnova il proprio impegno nell’ascoltare e nel raccogliere le necessità del medico e del paziente, e per supportarli giorno dopo giorno nel miglioramento del percorso di cura, anche alla luce dell’esperienza della pandemia.
 
Fonte Dati: IQVIA, Servizio LPD (Longitudinal Patients Database), Syndicated Survey post COVID KPIs

RASSEGNA STAMPA
   
Cuore, i consigli per una protezione su misura - la Repubblica
  
Giornata Mondiale del Cuore: con la pandemia calano le diagnosi e le prime visite - la Repubblica 

  

Questo sito può utilizzare cookie di profilazione di terze parti per inviarti messaggi pubblicitari mirati e servizi in linea con le tue preferenze. Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie.

Se vuoi saperne di più
OK