Postano, cinguettano, fotografano. Nasce il primo Sanofi Social Club

In Sanofi Italia i collaboratori diventano ambasciatori del brand sui social. Nasce così, con il supporto dell'Osservatorio Comunicazione Interna Iulm, una community trasversale per raccontare l’azienda a suon di hashtag. 

sanofi social club

I primi ambasciatori sui social media di un’azienda sono coloro che quell’azienda la vivono per davvero dall’interno giorno per giorno. Un concetto che è entrato nella letteratura contemporanea legata alla comunicazione e gestione di impresa e che richiama all’employer branding, ovvero al posizionamento anche reputazionale dell’impresa su pubblici esterni grazie a strategie di recruiting. Obiettivo: costruire un'immagine aziendale coerente con l'identità dell'azienda come luogo di lavoro. D’altronde “siamo nel boom dell’employee advocacy, con i dipendenti che diventano ambasciatori sui social”. Così ha scritto poche settimane fa sul Guardian Richard Godwin. Ed è per questo che tante realtà d’eccellenza nel mondo hanno deciso di creare team interni sui social media.

Così anche in Sanofi Italia è nato il primo Sanofi Social Club, un team trasversale di collaboratori provenienti da tutte le divisioni dell’azienda, dall’headquarter e dalle sedi di Modena e Roma fino ai quattro stabilimento produttivi. Si tratta di un nuova community attenta ai temi social. Le persone Sanofi saranno coinvolte negli eventi e nelle campagne per postare, cinguettare, fotografare il mondo della salute e quello di Sanofi, raccontandolo poi sui social. Inoltre parteciperanno a corsi di formazione e alfabetizzazione al digitale. Il primo appuntamento è stato la Social Academy 2019, svoltasi lo scorso 12 dicembre e aperta via Zoom per tutte le sedi italiane. Insieme ad Alessia Camera, esperta di cultura digitale, il team ha ragionato di linguaggi, piattaforme, messaggi social. E poi lo scatto fotografico di gruppo insieme ai social clubbers.